Ti trovi qui: Home » Notizie

UN volume che ha come coautrice una docente Unimore verrà presentato a Roma il 13 maggio

La docente reggiana prof.ssa Laura Cerrocchi, professore di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane di Unimore, è la co-autrice, insieme alla prof.ssa Liliana Dozza, docente di Pedagogia generale e sociale presso la Libera Università di Bolzano, di un volume che intende fornire un quadro esaustivo di che cosa significhi oggi, alla luce del recente riordino normativo, essere educatore professionale socio-pedagogico così come essere pedagogista coordinatore di servizi socio-educativi.  

“Il testo propone – spiega la prof.ssa Laura Cerrocchi, curatrice del volume - un quadro teorico-metodologico fondativo della progettualità educativa e riflette sui curricoli formativi e sul profilo professionale delle professioni educative per il sociale. Coerentemente, presenta un'articolata rassegna pratica di contesti educativi considerati nella concretezza del setting educativo che li contiene e li sostiene e di un lavoro collaborativo e integrato con i soggetti e i servizi del territorio, nella prospettiva di un welfare generativo, basato sulla partecipazione e la reciprocità. In considerazione della molteplicità dei contesti di educazione, formazione, cura, prevenzione e recupero rivolti alle differenti età e condizioni della vita, il volume si avvale del contributo di professionisti esperti negli specifici ambiti”.

La struttura del testo permette al lettore di entrare nei differenti contesti e di conoscerne progettualità educativa, scelte organizzative, modi di operare, apprendere, aver cura di quella dimensione - difficilmente quantificabile ma carica di vitalità - che è il capitale umano e sociale, fatto di soggetti, istituzioni, gruppi, relazioni educative e solidali, fiducia e sussidiarietà con cui si costruisce il ben-vivere e il ben-essere individuale e di comunità.

La pubblicazione si rivolge a educatori professionali socio-pedagogici e dei servizi per l'infanzia e pedagogisti in servizio, agli studenti che desiderano intraprendere queste professioni e a tutti coloro che, a diverso titolo, operano nei contesti educativi per il sociale, dunque anche nei servizi culturali e lavorativi, psicologici e della mediazione rivolti alle differenti età della vita: infanzia, adolescenza, giovani, adulti e anziani.

Il volume si avvale dei contributi di alcuni dei più autorevoli esperti: Barbara Bocchi, Battista Quinto Borghi, Severo Cardone, Francesca Cavedoni, Laura Cerrocchi, Alessandro D'Antone, Daniela Dato, Laura Detti, Elena Dondi, Liliana Dozza, Rossella D'Ugo, Franco Frabboni, Aurora Galli, Alessandra Gigli, Vanna Iori, Manuela Ladogana, Isabella Loiodice, Elena Luppi, Riccardo Manzini, Berta Martini, Tiziana Mascia, Maria Donata Panforti, Ilaria Ricchi, Salvo Torre, Alessandro Vaccarelli, Federico Zannoni, Elena Zizioli.

Il testo sta riscontrando vasto interesse, oltre che tra gli operatori, nel mondo della comunicazione tanto che Rai Scuola ha riservato uno speciale con video intervista alle due curatrici, e lunedì 13 maggio sarà presentato in una occasione pubblica presso l’Università degli Studi di Roma Tre (Via del Castro Pretorio 20, Aula Primo Piano) a Roma.

Laura Cerrocchi è professore associato di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane di Unimore. È stata responsabile della Qualità della Didattica e Direttore del Master “Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali” nell’ambito del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) 2017-2018 per il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane di Unimore.

Liliana Dozza è professore ordinario di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano. Già Preside di Facoltà, è Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Formazione Primaria, sezione italiana, e Delegata del rettore nel Gruppo di Lavoro “Educazione” della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS).

Categorie: newsletter

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it