Ti trovi qui: Home » Notizie

Al via una nuova collaborazione tra il DIEF e l’azienda 3D4MEC di Sasso Marconi

Il panorama italiano della stampa 3D si arricchisce di soluzioni produttive sempre più accessibili, grazie alla nuova collaborazione nata tra ilDipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore e l’azienda 3D4MEC di Sasso Marconi (Bologna).

La società bolognese ha installato, in comodato gratuito, presso il laboratorio  MORE Manufacturing del DIEF, diretto dal prof. Andrea Gatto, una macchina destinata alla costruzione additiva di componenti in acciaio (sistema 3D4STEEL), con particolare riferimento agli acciai inossidabili, del valore di circa 250mila euro. L’obiettivo dell’azienda è quello di avere un supporto scientifico costante, che possa contribuire allo sviluppo del macchinario; per questo si è impegnata anche a finanziare due borse di Dottorato di Ricerca per il triennio 2019-2022.

La macchina, che permetterà di aprire nuovi range di applicazione della tecnologia additiva, è  stata installata nel laboratorio di Unimore il 3 settembre scorso ed è stata presentata in anteprima a FARETE, la Fiera organizzata da Confindustria Emilia Area Centro, che si è tenuta a Bologna Fiere il 5 e 6 settembre.

Il macchinario sarà utilizzato da Unimore per scopi di ricerca, oltre che per attività di laboratorio “hands-on” per i futuri ingegneri dei Corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, del Veicolo e dei Materiali, nonché del percorso in Advanced Automotive Engineering della Motorvehicle University of Emilia Romagna.

La collaborazione appena avviata – sottolinea il prof. Andrea Gatto  - è di grande interesse per il nostro gruppo di ricerca, che avrà così l'occasione di sperimentare su piccola scala soluzioni tecnologiche/dei materiali innovative e al contempo di offrire al progetto 3D4STEEL un'attività di benchmarking rispetto ai colossi internazionali del settore”.

“L’obiettivo è stato quello di mettere a frutto le competenze nel campo dell'automazione per sviluppare una macchina di produzione –ha spiegato Ivano Corsini, ideatore del progetto 3D4STEEL - in grado di lavorare 24 ore al giorno senza interruzioni o quasi. E' convinzione dell'azienda che un corredo essenziale alla propria linea di azione sia la formazione di una nuova generazione di progettisti industriali che sappiano sfruttare a pieno le possibilità della manifattura additiva”.

Il laboratorio MORE Manufacturing di Unimore, che fa della costruzione additiva uno dei suoi punti di forza, è attivo dal 2000 sotto la direzione del prof. Andrea Gatto ed opera in contatto con molte aziende locali ma anche in contesti internazionali come il progetto europeo DREAM, di cui è capofila.

3D4STEEL è la prima stampante 3D per acciai ideata e realizzata per aumentare la produttività di  un flusso di produzione meccanica.

Per maggiori informazioni si può contattare la prof.ssa Elena Bassoli, referente del laboratorio MORE Manufacturing (elena.bassoli@unimore.it). 

Categorie: newsletter

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it