Ti trovi qui: Home » Notizie

La tutela della proprietà industriale in un seminario a Giurisprudenza, il 21 marzo

" Come tutelare e sfruttare la proprietà industriale nel settore scienze della vita " è il tema del seminario in programma per mercoledì 21 marzo, dalle ore 14.30, a Modena, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza (via San Geminiano 3).

Dopo l’apertura dei lavori dei proff. Gianluca Marchi e Massimo Milani, Delegati per la Terza Missione Unimore per le sedi rispettivamente di Modena e di Reggio Emilia, è prevista un’introduzione ai brevetti nel settore scienze della vita, a cura del dott. Sergio Cadamuro, esaminatore dell’European Patent Office.

A seguire si parlerà di: “ Tutela dell'innovazione in campo biotech tra brevetto di prodotto e brevetto di metodo ” col prof. Giovanni Cavani del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore, di “Spin-off e Brevetti nel Pharma: luci ed ombre di un caso di successo ” con l’avv. Marta Lucchetta dell’IRCCS Istituto Oncologico Veneto di Padova e di “ Come tutelare la proprietà intellettuale in Unimore ”  con la dott.ssa Valeria Bergonzini dell’Industrial Liaison Office di Unimore.

La seconda parte dell’incontro inizierà con la relazione “ Dispositivo per segnali vitali: esperienza di una spin off agli esordi ”  del prof. Sergio Fonda e dell’ing. Matteo Corradini dello spin off Unimore VST. Seguiranno “ Connubio fra scienza, medicina traslazionale e competenza industriale: il case history di Holostem Terapie Avanzate ” del dott. Marco Dieci, direttore generale di Holostem Terapie Avanzate, “ Le sfide della proprietà intellettuale nella nascita di una start-up accademica: dal brevetto Italiano alla Cina ” del prof. Massimo Dominici di Unimore, Scientific Founder and Consultant di Rigenerand s.r.l., “ La gestione della proprietà industriale negli accordi di ricerca tra azienda farmaceutica e Università e la protezione del know-how secondo la direttiva UE 2016/943 ” dell’avv. Alessandro Vitolo, Legal & Compliance Manager di Opocrin S.p.A.

La partecipazione al seminario è gratuita e aperta a tutti gli interessati, previa iscrizione al link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfZAgG95V7mlgvVN67delbGk_Ctb26vPKIlLLOO5b2gqhIVBQ/viewform?c=0&w=1

 

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it