Ti trovi qui: Home » Avvisi

Il CRID organizza una tavola rotonda su migrazioni e lavoro, il 26 giugno

A Unimore si discute di lavoro migrante. L’iniziativa è in programma mercoledì 26 giugno, alle ore 14.30, presso il complesso universitario San Geminiano (via San Geminiano 3) a Modena, sede del Dipartimento di Giurisprudenza, dove si svolgerà una tavola rotonda su  "Il lavoro migrante a Modena tra sfruttamento e istanze di tutela ". 

L'incontro, che sarà coordinato dal prof. Thomas Casadei, si inserisce nel programma di attività finalizzate alla costituzione di un "Osservatorio sulle politiche di accoglienza dei migranti nel territorio modenese", progetto promosso dal CRID - Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità, insieme con Porta Aperta, Arci Modena, Cooperativa L'Angolo e CEIS, e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio con il bando Migranti 2018. 

Le attività verso l'Osservatorio, coordinate dal Direttore scientifico del CRID, prof. Gianfrancesco Zanetti, prevedono una serie di ricerche e workshop incentrati su quattro ambiti fondamentali: il lavoro, la conoscenza della lingua e la mediazione culturale, le politiche per la casa e lo studio del sistema degli enti gestori e delle associazioni modenesi impegnate sul versante dell'accoglienza.

"All'incontro, interamente dedicato al rapporto tra migrazioni e lavoro - spiegano i rappresentanti del CRID - saranno presenti studiose e studiosi insieme a rappresentanti delle istituzioni modenesi, esponenti del terzo settore e delle associazioni di volontariato, operatori e operatrici dell'accoglienza e del dialogo interculturale". 

"Questo primo workshop - concludono i promotori del progetto - segue mesi di raccolta di dati e di analisi di alcune esperienze significative, e dunque costituisce la sede per approfondire, con i partner del progetto ma anche con interlocutori esterni, gli strumenti metodologici per i prossimi mesi di attività nonché i primissimi risultati emersi".  

Categorie: avvisi, newsletter

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it